Quali e quante proteine
dovrebbe assumere un ballerino?

Uovo proteine danzashop

Le Proteine Nella Dieta Dei Ballerini

L’alimentazione dei ballerini, che siano essi allievi adolescenti o danzatori professionisti, è uno dei fattori più importanti per la salute e, perché no,  per l’esito della loro carriera. Le proteine, in particolare, dovrebbero rappresentare il nutriente “primario” della dieta di un ballerino: vediamo perché.

Cos’è la proteina?

La proteina, termine che deriva dal greco proteios (ndr. primario), è il componente principe di ogni cellula. Ciò significa che le proteine dovrebbero essere considerate da chiunque e dai ballerini in particolare, il nutriente principale della propria dieta. Nel caso dei ballerini, questo componente diventa essenziale per lo sviluppo di una adeguata morfologia e di una struttura fisica al massimo potenziale in termini di forza, elasticità e resistenza.

Le migliori proteine per i ballerini

Le proteine si dividono in due gruppi: quelle di origine animale e quelle di origine vegetale. Le proteine animali provengono dalla carne (rossa o bianca), dagli affettati (es. prosciutto, bresaola, ecc.), dal pesce, dalle uova (alimento considerato ad alto valore biologico). da latte e derivati. Le proteine vegetali, invece, derivano dai legumi (es. fagioli, ceci, soia, lenticchie, ecc.) dai cereali e dalla frutta secca con guscio. Queste ultime, oltre ad avere una buona frazione proteica, apportano vitamine, minerali e quegli acidi grassi essenziali così importanti per combattere lo stress ossidativo e preservare la salute delle nostre cellule.

Spesso si sente dire che il valore biologico degli alimenti proteici varia da alimento ad alimento. Ciò significa che le proteina animali sono considerate più complete poiché contribuiscono alla produzione delle fibre muscolari e oltre agli aminoacidi, sono in grado di veicolare anche il ferro: minerale preziosissimo per i ballerini più giovani i quali devono tenere sotto controllo l’emoglobina e i depositi di ferro.

Le proteine derivanti dalla carne (bianca, rossa e salumi) sono consigliate in particolare ai ballerini che vogliono accrescere la propria struttura fisica, soffrono di anemia, hanno una struttura particolarmente esile. Per colore che invece hanno una struttura fisica ben sviluppata, è consigliabile consumare carne solo nel week-end, momento in cui non si svolge attività fisica e quindi il corpo è a riposo.

Ricorda: praticare sport intenso + mangiare molta carne = massa muscolare eccessiva

Le proteine che derivano dal pesce invece, hanno un valore biologico inferiore rispetto alla carne in termini di anabolismo muscolare. Sono consigliate, un paio di volte a settimana, a ballerine che che non vogliono una massa muscolare particolarmente definita.

Le proteine contenute in latte e derivati vanno assunte con parsimonia: meglio a colazione, evitandoli dopo una lezione di danza. Per beneficiare del calcio contenuto in questi alimenti è possibile integrarne l’assunzione mediante sorgenti vegetali, quali latte di mandorle, soia e altro.

latte proteine danzashop

Le proteine vegetali, è bene dirlo, non sono complete a livello di aminoacidi, ecco perché vanno abbinate alle proteine dei cereali (es. pasta con i ceci o riso con piselli). Tra le proteine vegetali ricordiamo anche la frutta oleosa, ricchissima in omega3 e quindi l’ideale in caso di allenamento intenso.

Le proteine da assumere in base alle proprie caratteristiche

Le proteine dovrebbero essere assunte in modo adeguato. La prima valutazione da fare riguarda l’età del ballerino: il corpo è in fase di crescita o la struttura è quella di un adulto?

Nel caso dei bambini/ragazzi la proteina svolge due funzioni importanti. Da una parte, il ricambio funzionale dei muscoli, cartilagini, tendini, pelle e altri tessuti e dall’altra la costruzione anabolica del corpo, accrescimento strutturale dell’apparato muscolo scheletrico e degli organi funzionali al movimento (es. cuore, polmoni, reni, ecc.).

E’ quindi importante favorire lo sviluppo corporeo in maniera adeguata, soprattutto nella danza.

Un apporto eccessivo di proteine potrebbe compromettere  quelle forme lunghe e sottili cosi essenziali alla danza. Al contrario, una carenza di proteine potrebbe causare un blocco della crescita.

Per quanto riguarda l’adulto, non è necessario prestare attenzione allo sviluppo scheletrico e delle cartilagini, quindi si può valutare di ridurre la frazione giornaliera delle proteine, soprattutto nei pasti post-lavoro muscolare, al fine di rendere i muscoli più lunghi e longevi.

In definitiva dunque, è consigliabile una assunzione equilibrata di proteine nei bambini/ragazzi, mentre per gli adulti è possibile fare delle scelte individuali in base alla struttura di ogni ballerino, all’intensità degli allenamenti e a particolari esigenze legate a eventuali caratteristiche personali.

LEGGI ANCHE:

Carboidrati: Amici o Nemici Dei Ballerini?

Tabella indice glicemico degli alimenti

Scarpe Da Punta: Scegli La Più Adatta Per Te

This post is also available in: Inglese

Altri articoli di Assunta Granata

New York: Le Migliori
Scuole Di Danza (Parte I)

Ecco Dove Studiare Danza A New York New York è una delle...
LEGGI TUTTO...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *